Nautica, Azimut Benetti si conferma primo produttore al mondo di mega yachts

L’azienda che conta in toscana oltre cinquemila occupati si è aggiudicata il primo posto nella classifica annuale del Global Order Book 2023 della prestigiosa rivista nautica Boat International

Il gruppo leader internazionale nella produzione di super Yacht Azimut Benetti, che in Toscana ha il proprio core business, ha vinto il più importante riconoscimento della nautica aggiudicandosi il primo posto nella classifica annuale del Global Order Book 2023 della prestigiosa rivista Boat International.

Il gruppo non è nuovo alla prima posizione di questa importante classifica di settore, è infatti la ventitreesima volta che si posiziona al primo posto, un’ennesima conferma per l’azienda con la più grande produzione al mondo, con 189 cantieri attivi nei 5 continenti.

Nell’ultimo anno l’azienda italiana fondata da Paolo Vitelli ha incrementato il suo portafoglio ordini fino al 2027 registrando un valore della produzione superiore agli 1.2 miliardi di euro per l’anno in corso e puntando sempre di più su uno sviluppo sostenibile: un numero sempre crescente di yacht prodotti dal Gruppo infatti garantisce una riduzione dei consumi – e quindi delle emissioni di CO2 – dal 20 al 30% rispetto a modelli simili.

Clicca qui per leggere la notizia completa

Leggi anche Campionati italiani giovanili di vela in doppio levento a Viareggio

Zurich, un piano previdenziale sostenibile

La compagnia ha presentato Pronto Pensione, nuova soluzione pensionistica integrativa che tiene conto, nella sua strategia di investimento, dei parametri Esg

Pronto Pensione è il nuovo prodotto previdenziale di casa Zurich, un piano pensionistico complementare attento alla sostenibilità degli investimenti.

Pronto Pensione promette di garantire ai propri clienti una pensione integrativa per gli anni della pensione ma, allo stesso tempo, presta attenzione alla sostenibilità ambientale e all’inclusione sociale.

Questo nuovo prodotto previdenziale consente la modifica di entità e periodicità dei versamenti, ma anche la possibilità di sospendere e riattivare i pagamenti senza alcuna penale.

“Sempre più risparmiatori guardano con pessimismo al futuro, sia a causa delle tensioni geopolitiche sia per l’aumento dei prezzi: in questo quadro, il 35% degli italiani continua a guardare alla liquidità quale strumento ideale per proteggersi dai rischi futuri, nonostante un’inflazione persistente, il che evidenzia ancora una volta il bisogno di promuovere una corretta cultura del risparmio”, ha commentato Dario Moltrasio, ceo di Zurich Investments Life.

Clicca qui per leggere la notizia completa